RICERCA & SVILUPPO

i nostri progetti di ricerca per l'IT

Energent ha sempre visto nelle attività di ricerca, sviluppo e innovazione tecnologica lo strumento essenziale per vincere le sfide e cogliere le opportunità del mercato.
A seguito delle disposizioni  definite nel recente Decreto Rilancio, Energent ha concentrato le sue attività di Ricerca & Sviluppo sulle sue sedi di Napoli e Bari
Affidabilità, innovazione e competenza, ci hanno permesso di vincere diversi bandi di ricerca e sviluppo promossi per sostenere la realizzazione di eccellenze tecnologiche.

Di seguito alcuni dei progetti:

Energent Progetto ENEA

2020

PROGETTO “ENEA”

Enea è uno dei risultati delle attività di una borsa di dottorato innovativo a caratterizzazione industriale, finanziata dal Programma Operativo Nazionale Ricerca e Innovazione 2014 – 2020 – Asse I Investimenti in Capitale Umano del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Le attività sono state condotte presso il TeMA Lab – Territorio, Mobilità e Ambiente del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in partnership con Energent S.p.A e il Dipartimento di Geografia dell’Universitè Cote-d-Azur.

La ricerca nasce per rispondere al significativo cambiamento demografico della popolazione, proponendo strumenti innovativi per migliorare la qualità di vita degli anziani in città.

Tra gli strumenti sviluppati, Enea è una app che si configura come un assistente virtuale progettato per gli utenti non nativi digitali, per guidarli con supporto audio-visivo alle destinazioni scelte e raccogliere e notificare segnalazioni dalla community di utenti anziani, relative alla qualità e alla sicurezza urbana.

2019

Progetto "LAOCOONTE"

Il progetto Laocoonte colloca la propria applicazione nel settore tecnologico ICT, in tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) con l’obiettivo di adattare l’applicazione alla tipologia delle sorgenti di dati, regolarizzare i dati stessi in base al risultato che si vuole ottenere e selezionare i migliori algoritmi di classificazione e predizione in ambito industriale e nel settore bancario, assicurativo, risorse umane e medicale.

L’architettura implementata nel progetto consentirà di superare le limitazioni degli attuali algoritmi di apprendimento, classificazione e predittivi e consentirà di adattare il modello in base alla sorgente dei dati e all’accuratezza dell’algoritmo predittivo.

Tra gli obiettivi principali ma non esclusivi del progetto anche quello di rendere accessibile uno strumento predittivo in modo semplice, diretto e documentato, privilegiando la User Experience, pur mantenendo un’alta affidabilità degli algoritmi predittivi e focalizzazione sull’automazione industriale e manutenzione prognostica.

2016

Progetto "Rete Intelligente dei Parchi Archeologici"

La sede Energent di Napoli è coinvolta nello sviluppo della “Rete Intelligente dei Parchi Archeologici”, nell’ambito del progetto RIPA PAUN, guidato dalla capofila Databenc e coordinata con diversi partner sia tecnologici sia accademici, includendo il CNR, Università Federico II di Napoli, Università UniSa di Salerno, Italdata, Spinvector, Netcom, ES Progetti e Sistemi, ecc.

Obiettivo del progetto è la valorizzazione del parco Archeologico di Piazza del Municipio a Napoli, attraverso interventi volti all’archiviazione dei reperti, alla predisposizione di un percorso di visita multisensoriale attraverso realtà aumentata, alla costruzione di una piattaforma di raccolta di dati ambientali, misure dei parametri specifici dei reperti, di archiviazione delle schede e l’analisi dei dati per evidenziare soglie di attenzione e misure di sicurezza in caso di alto rischio per l’integrità del reperto stesso.

2015

PROGETTO “Medical Social Media Search”

Nella sede Energent di Napoli si inserisce il progetto per eHealthNet, società consortile che ha lo scopo di intraprendere iniziative idonee a costruire una rete integrata di ricerca, sperimentazione, formazione e divulgazione, realizzando output innovativi connessi a beni e servizi relativi al settore della salute pubblica e privata, incoraggiando l’avvio di start-up e spin-off.

Si tratta di un laboratorio supportato da un’ampia partnership di aziende sia pubbliche che private, tra cui grandi aziende quali Engineering, Enti di ricerca come il CNR, il cnit, l’iit, nonché le Università degli Studi di Napoli Federico II e di Salerno.

Maggiori informazioni?